Parkinson.it

Agonisti dei recettori della serotonina controllano le discinesie indotte dalla levodopa

Successo nella scimmia e nel ratto con l'associazione degli agonisti 1A e 1B

È stato dimostrato che la trasformazione della levodopa in dopamina nei neuroni serotoninergici invece che nei neuroni dopaminergici contribuisce alla comparsa dei movimenti involontari. Per questo motivo una equipe internazionale di ricercatori situati in Svezia, Cina, Italia e Francia ha deciso di valutare l'efficacia di composti che stimolano (agonisti) i recettori serotoninergici, mettendo a riposo i neuroni di questo tipo, nel controllo dei movimenti involontari indotti da levodopa. Hanno valutato molecole di due tipi, gli agonisti dei recettori di tipo 1A e 1B, sia da soli che in associazione.

Hanno dimostrato che l'associazione di agonisti dei recettori 1A e 1B della serotonina permette di controllare le discinesie (movimenti involontari) indotte dalla levodopa nella scimmia trattata con MPTP e di prevenire la loro insorgenza nel ratto trattato con OHDA senza ridurre la efficacia antiparkinsoniana della levodopa. Questi risultati sono incoraggianti e vale la pena di valutare la sicurezza e l'efficacia di questi composti nell'uomo.


Muñoz A et al Brain 2008 Advance Access October 24, 2008-10-31

© 1996-2014 Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson - Via Zuretti 35 - 20125 Milano - Tel. 02 66710423 - C.F. 97128900152

Top Desktop version